Afa presentaz As

L’ASSI Onlus, in convenzione con l’ULSS 1 Dolomiti, organizza il corso di Attività fisica adattata (AFA), nella palestra della casa di riposo “Gaggia Lante” di Cavarzano: l’inizio è previsto per lunedì 7 maggio.

L’AFA si struttura come un corso di ginnastica, eseguito sotto la guida di fisioterapisti qualificati. Questo tipo di attività, oltre a essere uno stimolo alla socializzazione e alla promozione del benessere psicofisico, è considerato un indispensabile aiuto nella gestione di lombalgia, osteoporosi, artrosi, cardiopatia, protesi ad anca e ginocchio.

Il corso è spalmato su dieci lezioni: ogni lunedì e giovedì mattina, dalle 9.30 alle 10.30, fino al 7 giugno.

Per informazioni, 0437-852418.

Andrich Assi aprile 2018

Lo scorso 5 aprile, in sede ASSI, si è svolto un incontro con Renzo Andrich del Centro innovazione e trasferimento tecnologico della Fondazione Don Gnocchi.

L’ingegnere ha condotto una panoramica sul tema degli ausili e delle innovazioni tecnologiche. E discusso in materia di riabilitazione, autonomia, integrazione scolastica e lavorativa.

Andrich ha mostrato che, nei centri della Fondazione sparsi in alcune zone d’Italia (dal Piemonte alla Lombardia a tutto l’Ovest della penisola), sono all’avanguardia a livello di ricerca nella costruzione ad hoc degli ausili: la stessa ricerca, portata avanti negli anni, si è rivelata un buon gancio da traino per lo sviluppo di nuove tecnologie. Anche per le persone normalmente dotate. 

Grazie a un sistema di archivi collegati tra di loro in Internet, è possibile trovare il giusto ausilio su misura con estrema facilità. Il sito di riferimento è www.siva.it

Testo di Michele Barat

Assi Juventus Alpina 18

ASSI in prima fila, alla Spes Arena, dove si è svolto il campionato regionale Silver di ginnastica artistica.
Il presidente Enrico Monti di Sopra e le allenatrici Elisa, Carla e Mizzi della S.G. Juventus Alpina Belluno hanno invitato una nostra delegazione a premiare queste bravissime atlete. «Noi ovviamente non ci siamo fatti sfuggire l’occasione - raccontano Sara, Alessia, Fiore, Michele e Manuele, presenti all’evento -. È stato un pomeriggio meraviglioso. Così come è straordinario vedere le ragazze e le bambine, con i loro costumi colorati, mentre volteggiano sulle parallele, saltano e portano a termine degli esercizi spettacolari sull’asse d’equilibrio e sulla pedana del corpo libero».

Carnevale Sedico ASSI 2018

Prosegue il gemellaggio tra l’ASSI e il gruppo del Carnevale di Sedico. Una nutrita squadra composta da Sara, Alessia, Fiore, Michele, Manuele e Aldo, con il prezioso aiuto di Elena e di altri collaboratori, ha preparato una cena per una sessantina di persone, tra adulti e bambini. È stata una serata all’insegna della compagnia, del divertimento, oltre che del buon cibo. E il modo migliore e più gustoso per rinsaldare un gemellaggio destinato a proseguire nel tempo.

Dolomiti Accessibili ASSI incontro sede

La Fondazione Dolomiti Unesco è stata ospite, nella sede dell’associazione, per tracciare il punto su un progetto a cui l’ASSI tiene particolarmente: “Dolomiti Accessibili”. Oltre al presidente Oscar De Pellegrin, erano presenti Marcella Morandini, direttore della Fondazione Dolomiti Unesco, e Giuliano Vantaggi (consulente marketing): l’obiettivo? È quello di rendere le nostre montagne un patrimonio davvero di tutti.

«In Italia sono già molte le realtà che spingono verso il turismo accessibile. Come uomini e donne di montagna, e come persone chiamate a promuovere e tutelare il territorio, siamo chiamati a fare la nostra parte».

Ecco perché il progetto “Dolomiti Accessibili” è ufficialmente inserito nel sito Dolomiti Unesco. Per saperne di più, www.dolomitiunesco.info/dolomiti-accessibili-percorsi/

Assemblea ASSI 2018

L’ASSI si ritrova per il tradizionale appuntamento con l’assemblea ordinaria. E taglia il traguardo dei nove anni di attività, facendo leva su un numero di iscritti che tocca quota 168. Ma, al di là delle cifre, comunque confortanti, l’Associazione Sociale Sportiva Invalidi è molto altro: «Siamo una famiglia», ha dichiarato il presidente Oscar De Pellegrin, in occasione dell’incontro avvenuto nella sede di Sedico. «È bene rimarcare lo straordinario impegno dei soci nell’organizzare progetti e iniziative. Perché l’ASSI significa proprio questo: significa mettersi a disposizione degli altri e promuovere opportunità, non semplicemente usufruire di un servizio».

Anche nel 2017, sono state riproposte le attività di natura fisica e riabilitativa, oltre a una serie di progetti educativi, culturali e sportivi entrati ormai a far parte del DNA dell’associazione: «Non siamo un circolo chiuso - ha proseguito Oscar De Pellegrin - ma aperto a tutti. Ed è fondamentale fare rete, anche in vista del futuro». All’assemblea ordinaria è intervenuto pure Giorgio Zampieri, presidente Comitato d’Intesa e del Csv (Centro servizi volontariato): «Gli incontri dell’ASSI mi aiutano e rincuorano, danno entusiasmo e forza all’intero mondo del volontariato. L’ASSI ha raggiunto risultati di cui andare orgogliosi e il servizio che dà agli altri è uno degli aspetti più belli del nostro territorio».

Parkinson ASSI

Ogni venerdì, la palestra dell’ASSI diventa una pista da ballo. Ad animarla sono Bruno Tesan e la moglie Silvana, ballerini professionisti che dedicano il loro tempo libero alle persone con il Parkinson. L’iniziativa, nata da una proposta degli stessi coniugi, si è potuta concretizzare grazie ai contatti tra l’ASSI e l’Associazione Bellunesi Parkinson, guidata da Agostino Sacchet. Hanno aderito coppie e persone singole, per un totale di 13 persone, provenienti da tutta la provincia. Basti pensare che tra i partecipanti ci sono residenti in Alpago, una coppia di Pedavena e una signora dalla Val di Zoldo.
L’appuntamento del venerdì mattina è ormai diventato occasione non solo per fare un po’ di attività fisica e migliorare così il benessere della persona con Parkinson, ma anche un momento di socializzazione e di condivisione. Un’esperienza che proseguirà pure nei prossimi mesi e che va ad arricchire ulteriormente il panorama di attività dell’ASSI.

Nepal ASSI Angelo DallaCosta

La magia del Nepal in una serata di grandi emozioni, all’ASSI.

A raccontarcela è il nostro socio, Michele Barat

«Il viaggio nella valle del Lantang in Nepal, da parte di Angelo Dalla Costa, è servito a verificare l’effettivo svolgimento dei lavori di ristrutturazione di un piccolo albergo/rifugio, distrutto dal terremoto. I lavori sono stati eseguiti grazie al contributo raccolto tra amici bellunesi. E sempre in virtù del contributo è stato aiutato un bambino che aveva bisogno di un operazione alle gambe, poiché era rimasto sotto le macerie. Angelo, durante un incontro che si è tenuto la sera del 23 febbraio scorso, ha spiegato come vivono lì e mostrato le foto del trekking, scattate insieme al compagno di viaggio sulle montagne del Nepal».

ASSOCIATI

ASSOCIATI

Scopri come diventare nostro socio
SOSTIENICI

SOSTIENICI

Scopri come aiutarci, dando il tuo contributo
CONTATTACI

CONTATTACI

Per qualunque consulenza o informazione